Il tuo browser non supporta il tag embed per questo motivo non senti alcuna musica

State ascoltando la "Strofa Finale"

 

 

Strofa (Finale)
Aria: Dall'alto in basso


Dei Massoni,
Cantiamo il merito e la gloria,
Dei massoni
Pratichiamo i saggi insegnamenti.
Dei tratti famosi nella storia
Sono consacrati alla memoria
Dei Franco-Massoni

 

Questa breve ed unica strofa conclude "Il Manuale dei Franco Massoni o la vera Massoneria di adozione". 

Si noterÓ la curiosa similitudine - del resto troppo forte per essere fortuita - tra questa strofa e la prima di una canzone del 1737, canzone dal carattere piuttosto anti-massonico:

Dei massoni
Cantiamo il merito e la gloria,
Dei massoni.
Sono bei ragazzi,
Che si uniscono per bere solamente ; 
In questo si riduce tutto il grimoire
Dei massoni.

Questa stessa strofa si ritrova in una "Raccolta di canzoni per la massoneria degli uomini e delle donne, aumentata di parecchi vaudeville nuovi, lavoro (fittiziamente) stampato a Sophonople, l'anno della rinascita delle Virt¨, 3 5 7." non porta data, ma Fesch la menziona datandola nel 1757 e ripubblicata nel 1760, 1770 e 1787.
Qui, Ŕ contenuto in conclusione di un Invito per l'entrata d'Agape che Ŕ in realtÓ un'accozzaglia dove intervengono "Mano alle armi Fratelli", "Fratelli", "Fratelli Compagni" (testo inedito, cantato sul Tamburo dell'amore), "Cari amici godono" (anche questo testo inedito, cantato sulla "Marcia del Re di Prussia) ed "In questo Banchetto delizioso".