CAPITOLO X

Sopra un vasto campo viola scuro, un uomo rosso porpora, tiene il piede di un leone rosso come il vermiglio, che ha le ali, per cui sembra voglia artigliare e portare via l'uomo.

 

 

Questo campo violetto e scuro, ci dice che la pietra Ŕ stata ottenuta a seguito della sua completa decozione, il giusto Vestimento, dei soli colori Citrino e rosso, che lei chiedeva a San Pietro, che era anche vestito allo stesso modo; e la sua completa e perfetta digestione (rappresentata dall'intero colore Citrino) ha fatto che lasciasse il suo abito, il suo vecchio vestito di colore arancio.  Il colore vermiglio del Leone volante, come il puro e chiaro scarlatto in grano, che Ŕ del vero Granadored, dimostra che ora Ŕ stato compiuto in tutta esattezza ed eguaglianza. E lei che Ŕ un Leone adesso, divora ogni pura natura metallica, cambiandone la reale sostanza, in vero e puro oro, pi¨ fine di quello delle migliori miniere.

Ora lei pu˛ portare il suo uomo fuori da questa valle di miserie, che Ŕ come dire, dalla scomoditÓ della povertÓ e dell'infermitÓ, e con le sue ali gloriosamente lo solleva, fuori dalle acque morte e stagnanti dell'Egitto, (che sono i pensieri comuni degli uomini mortali) facendogli odiare questa vita e la ricchezza, e causandogli notte e giorno di meditare su Dio, ed i suoi Santi, per abbracciare i Cieli Imperiali, e bere dalle dolci sorgenti delle Fontane della speranza sempiterna.

Sia data in eterno lode a Dio, che ci ha dato la grazia di vedere la maggior parte delle cose giuste e tutto il perfetto colore purpureo; questo piacente colore del papavero selvatico della Roccia, questo colore brillante e fiammeggiante, che Ŕ incapace di Fluttuazioni e di cambiamenti, sul quale nÚ lo stesso cielo, nÚ il suo Zodiaco, possono avere dominazioni nÚ poteri, i cui raggi sono di uno splendore brillante, che abbaglia gli occhi, e sembra come  comunichino all'uomo qualche cosa di supercelestiale, facendolo (quando egli li osserva e li conosce) rimanere esterrefatto, tremante, ed impaurito allo stesso tempo.

Oh Signore, donaci la grazia di usarlo bene, al servizio della Fede, a profitto della nostra Anima, e ad accrescimento della gloria di questo nobile Reame. Amen.

 Indice:  Il Libro delle figure Geroglifiche

Il Libro delle figure Geroglifiche Il TestamentoLa Preghiera Alchemica   

 ▪ Il Libro Di Abraham l'Ebreo ▪ L'Alchimia del Flamel ▪  Il Desiderio Desiderato

Indice: Nicolas Flamel