Il tuo browser non supporta il tag embed per questo motivo non senti alcuna musica

State ascoltando "Canzone dei Maestri"

 

 

Le parole sono le stesse di quelle della Canzone dei Maestri del Canzoniere di Naudot, che per altro utilizza anche la stessa aria, e di quella, la cui aria Ŕ per˛ diversa, del Canzoniere di la Tierce, eccetto le due ultime strofe la cui variazione merita un esame: la Lyra sostituisce i primi quattro versi della quarta strofa, precisando, in una nota a fondo pagina che si tratta di un cambiamento facoltativo.

Questo cambiamento si spiega probabilmente con la volontÓ moralizzatrice degli autori, come, del resto, Ŕ comunicato nella Dedica:
"Avevamo, Ŕ vero, diverse Raccolte di Canzoni, ma quasi tutte compilate in tempi oscuri da persone poco versate nella nostra Scienza, & che per un triste seguito racchiudono una morale, che ci facciamo un dovere di ripudiare (...) alcuni, dei nostri sensibili Fratelli, infatti, mal accettano di trovare, quasi in ogni pagina, un epicureismo mal compreso".

Di seguito diamo soltanto la traduzione delle variazioni, comparandole con la versione normale contenuta nel Canzoniere di Naudot a cui si rimanda.

 

IV. (versione normale)

Di lÓ tutto l'Occidente
Ricevette questa Scienza;
E in primo luogo
L'Inghilterra & la Francia;
Dove tra gli svaghi
Di una piacevole vita
Si gode dei piaceri
Della MASSONERIA.

 

IV. (versione della Lyra)

Di lÓ dall'Occidente 
Questa Arte si divulga
L'Inghilterra l'insegna
alla nostra Repubblica: (*)
Dove tra gli svaghi 
Di un piacevole vita 
Si gode dei piaceri 
Della Massoneria.

 

V. (versione normale)


Noi vediamo questo tempo,
Questo tempo felice , FRATELLI miei,
Ed il Nettare delizioso
Riempire pi¨ volte i nostri bicchieri;
Benediciamo sempre
Del MONDO l'ARCHITETTO
Che unisce ai suoi favori
Questo succo che ci umetta.

 

V. (versione della Lyra)


Noi che viviamo questo tempo, 
Questo tempo felice, Fratelli miei, 
In cui con i nostri cuori 
Amiamo i nostri misteri.
Chiediamo che sempre 
Del MONDO l'ARCHITETTO 
Unisca ai suoi doni 
Un gusto che li rispetti.

 

 

*. I FF:. Stranieri che non accetteranno la modifica di questi 4 Versi, possono sostituire gli antichi, con questi: (segue il testo originale di questi 4 versi, come nella versione dei Canzonieri francesi).
Si nota qui la preoccupazione per la veritÓ storica dell'autore (olandese) di questo cambiamento che restituisce, certamente, all'Inghilterra il suo diritto di primogenitura, di cui l'avevano privata gli autori francesi, pur guardandosi bene dall'imporlo!