Il documento che presentiamo ai nostri visitatori datato 1459 noto anche con il nome di "Carta di Ratisbona", e il suo nome deriva dal fatto che trattasi di un vero e proprio statuto delle regole in uso presso i scalpellini e muratori dei Paesi Germanici approvato appunto nella Loggia di Ratisbona il 25 aprile 1459. Il documento, scritto in tedesco antico e con parole derivate probabilmente da un gergo operaio, fu pubblicato la prima volta nel 1819 da Heldmann di Berna; ed stato tradotto in italiano e presentato su Rivista Massonica n.7 Volume LVIII - II della Nuova Serie nell'ottobre 1967.

Con questo statuto del 1459, come si legge, viene conferita al Maestro Dotzinger di Worms della Loggia della Cattedrale di Strasburgo (da qui anche il nome di solito attribuito a questo documento) ed ai suoi successori la carica di Giudice Supremo. La carica venne confermata nei Conventi di Spira, nuovamente di Strasburgo e ancora a Pira il 9 Aprile del 1464. La stessa carica, ma per il territorio di Vienna fu conferita al Maestro Lorenz Spenning.

Gli studiosi di cose massoniche asseriscono che la Loggia di Strasburgo sarebbe sopravvissuta ininterrottamente fino al 16 maggio del 1708, ma a causa del decadimento generale causato dalle lotte di religione, con un ruolo autonomo.

 


 
 

 

 

 

_______________________________________

Questa sezione stata visitata

Hit Counter

Volte