TRATTATO DI S. TOMMASO D'AQUINO

Dell'ordine dei Frati predicatori
su
LA PIETRA FILOSOFALE

DELLA PREPARAZIONE DEI FERMENTI
DI SATURNO E ALTRI METALLI

Capitolo ottavo


Prendi due parti di Saturno (piombo) se vuoi compiere l'Opera del Sole, oppure due parti di Giove (stagno) per l'Opera della Luna. Aggiungi una terza parte di mercurio in modo da formare un'amalgama che sarÓ una specie di pietra molto fragile che triterai con cura sul marmo imbevendola di aceto molto agro e di acqua, tenendo in soluzione del sale comune preparato nel miglior modo, imbevendo e dissecando a volta a volta fino a che la sostanza abbia assorbito il suo massimo d'acqua; allora imbevi questo lingotto con dell'acqua d'allume per ottenere una pasta molle che farai sciogliere nell'acqua. Distillerai in seguito questa soluzione tre o quattro volte, la congelerai e otterrai una pietra che converte Giove in Luna.