Il tuo browser non supporta il tag embed per questo motivo non senti alcuna musica

fra il GrOrd'Italia che risiede all'Ordi Milano e il GrOr

stabilito presso la Divisione dell'Armata del Regno d'Italia esistente per ora nel Regno di Napoli

 

Il GrOr∴ d'Italia sotto gli auspici e la direzione immediata del Supremo Gr Consiglio dei Sovrani Principi Muratori GGr Ispettori GG∴del 33∴ ed ultimo G∴ dell'Ordine massonico d'Italia allOr∴ di Milano.

E il GrOrstabilito presso la Divisione dell'Armata del Regno d'Italia esistente per ora nel Regno di Napoli.

Persuasi del vantaggio che offrono all'Ordine Reale della Franca Massoneria la loro unione sincera e fratellevole e l'assoluta necessit di avere un solo Corpo Legislativo e Rappresentativo per tutta la Massoneria d'Italia verso i l centro della quale possano direttamente corrispondere tutte le Logge stabilite in questa parte dell'emisfero e riceverne

tutte le istruzioni ed emanazioni salutari, affinch si prevengano le dissensioni fra i Muratori e si rassodi la buona armonia dalle Logge.

Il Supremo Consiglio dei Sovrani GGrIspettori Gendel 33G e la GrLoggia Gen. denominata dei GrOrpel Regno d'Italia, hanno a questo effetto delegato ed incaricato degli opportuni poteri lIll.mo FrS. Paolo Vidal, GrIspettore G del 33Gpei Supremi Consigli delle Isole francesi di America e del Regno d'Italia, per trattare dell'Unione unitamente all'Ill.mo Fr∴ Lechi Gen. di Divisione, Gran  Maestro del Gr Or∴ all'O∴ della Divisione del'Armata d'Italia, esistente per ora nel Regno di Napoli sufficientemente autorizzato ed investito dei pieni poteri per operare questa unione in nome del mentovato GrOr∴ I quali dopo essersi uniti, ed aver trattato fraternamente degli interessi dei loro GGrOOrrispettivi, sono convenuti e convengono negli articoli susseguenti:

 

Art. I

Il GrOr stabilito presso la Divisione dellArmata del Regno di Napoli unito al GrOrstabilito nel Regno d'Italia onde formarne un solo e medesimo Corpo.

 

Art. II

La residenza del GrO, invariabilmente fissata all'Ordi Milano.

 

Art. III

Il GrOr della Divisione militare esistente per ora nel Regno di Napoli unendosi col GrOr d'Italia s'impegna ad unir col medesimo tutte le Logge militari e civili della sua dipendenza e tutti gli stabilimenti da esso formati nel Regno di Napoli.

 

Art. IV

LIll.mo FrLechi dimettendosi dalla sua qualit di GrMin favore del voto che sar espresso per uno dei Principi della famiglia Imperiale e Reale, a piacere di S.M. Napoleone Iviene elevato allalta dignit di uno dei GrConservatori Generali dellOrdine e gli saranno conferiti i gradi sino a quello di Deputato Ispettoroe Generale e Principe del Real Segreto che 32della Massoneria.

L'Ill.mo FrBalathier, spogliandosi della sua qualit di Deputato del GrMaestro, sar parimenti elevato all'alta dignit di GrDignitario del GrCap∴ Gen∴ del Real Segreto che il 32∴G

Il Car.mo Fr Dembrowski sar elevato al Gdi Cavaliere KH che il 29 G e Gr Esperto nel GrOr d'Italia.

I CCFFr Onofrio, Rossi, Bouchia, Ghislanzoni, Oczeskalki e Pietrowski, membri del GrOr della Divisione militare all'Or del Regno di Napoli sono innalzati al Gdi Cav. Prussiano che il 21G ed alla dignit di GGr Esperti nel GrOr dItalia.

 

Art. V

L'Ill.mo Fr.. Lechi, come Gr Maestro s'incarica di deporre negli Archivi del Supremo GrConsiglio del 33G le Costituzioni, Sigilli, Archivi, Codici, insomma tutto ci che appartiene al suddetto GrOr come anche la Cassa che sar versata nella GrCassa Gen. E lesatta dichiarazione della somma che sar fatta per iscritto di sua mano sul momento della ratificazione del presente trattato.

Egli rimetter anche il quadro di tutte le LL alla sua dipendenza ed il quadro rispettivo di ciascuna per le loro organizzazioni particolari.

 

Art. VI

Sar nominato provvisoriamente e fino alla divisione definitiva del territorio massonico d'Italia, un Capitolo metropolitano presso delle Logge che compongono il Gr∴Or∴della Divisione dellArmata dItalia nel Regno di Napoli, il quale Capitolo conferir sino al R -giusta il Rito moderno e il R -giusta il Rito scozzese antico ed accettato che il 18G; le istruzioni e la organizzazione saranno ancora rimesse al pi presto che sia possibile.

 

Art. VII

Le Logge all'Ordi Napoli sottometteranno le loro costituzioni al visto del GrOr d'Italia e avranno presso il medesimo un loro deputato.

 

Art. VIII

Le Logge pagheranno la loro quota annua dal giorno della ratificazione del Trattato, fissata dalle costituzioni del GrOrdItalia.

 

Art. IX..

Nel pi breve tempo saranno comunicate le suddette costituzioni a tutte le LLche esistono presentemente nel Regno di Napoli, affinch travaglino di concerto.

 

Art. X

I presenti articoli sottoscritti dal Supremo Consiglio dei Sovrani GGrIspettori Gen del 33Ge dai membri componenti i due GrOrattualmente presenti in Milano e questa sottoscrizione terr luogo di ratificazione definitiva per l'una e per l'altra.

 

Milano, 22 giugno 1805

S.P. Vidal - Gius. Lechi - Calepio -

Balathier - Marco Alessandri - Corner -

Cartier - Giuseppe Ambrosioni.

 


Torna a Storia e Massoneria